Esami patente: nuovi quiz dall’ 1 ottobre 2013

0 Condivisioni

Nuovi aggiornamenti per quanto riguarda gli esami per la patente di guida: dal 1 ottobre 2013 entreranno in vigore nuovi quiz per il rilascio delle patenti, A1, A2, A, B, B1 e BE, con modifiche su quelle domande, circa 400, che da molto tempo creano diversi problemi di interpretazione tra i candidati (si tratta per lo più di errori grammaticali, di semplice estensione delle abbreviazioni e di nuove terminologie più inerenti alla realtà attuale).

Subito dopo questa revisione saranno elaborate oltre 750 nuove domande sui sistemi di sicurezza: uso delle luci e sistema di sanzioni, che portano ad un totale di 7.000 quesiti che è possibile ritrovarsi nella scheda il giorno dell’esame.

Nuovi quiz per rilascio patente di guida

Per l’esame si dovrà continuare a rispondere a 40 quiz con vero o falso sorteggiati casualmente tra 25 argomenti in 30 minuti a disposizione. Il numero degi errori ammessi rimane invariato: massimo 4 errori consentiti.

Per la pratica le nuove riforme del 19 gennaio 2013 dividono l’esame in 3 fasi:

  • valutazione competenze teorico-pratico dei dispositivi dell’automobile (es. significato spie del cruscotto, usura pneumatici);
  • prova di manovre in area chiusa (il classico parcheggio)
  • guida in autostrada o superstrada per un totale di 40 minuti circa.

Cambiamenti sono previsti anche per il rinnovo della patente, il bollino adesivo non verrà più spedito ma verrà rilasciata una nuova patente in pvc.

In conclusione è noto che la necessità di queste riforme nasce dal notevole numero di incidenti mortali che avvengono giornalmente nelle strade italiane ma anche dall’obbligo per il Governo italiano di uniformarsi alle direttive europee.

Ecco l’elenco dei quiz più difficili per l’esame della patente.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.