Ecco come cambierà la legge sul Copyright

Il 9 giugno il Parlamento Europeo ha approvato la riforma sul diritto d’autore redatto dalla eurodeputata Julia Reda.

Il documento della ventinovenne nasce dall’idea di aggiornare la legge europea sui copyright perché sia adatta ai nuovi modi di fruire opere d’arte e informazioni.

Le proposte contenute riguardano la riduzione delle restrizioni al libero accesso e circolazione delle informazioni. In pratica gli artisti se vorranno potranno diffondere le loro opere anche senza licenza per dare modo a tutti di beneficiarne.

Copyright

Il diritto di citare e riprodurre materiali a scopo educativo dovrà valere anche online. E’ stato poi trovato anche un compromesso sul “diritto di panorama”: non occorrerà più alcuna licenza per riprodurre in internet monumenti o edifici sul suolo pubblico, ad eccezione che lo scopo non sia puramente commerciale.

Tra le proposte anche la fine del geoblocking, ovvero il fatto che un video sia disponibile in un Paese e non in un altro.

Se il testo verrà trasformato in legge le biblioteche potranno liberamente prestare gli eBook in un’era sempre più digitalizzata.

Unica questione aperta: la necessità di unificare la durata delle modalità d’uso del copyright sull’intero territorio europeo.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

I Vostri commenti sono benvenuti!

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *