E’ morto Little Tony: l’Elvis italiano

0 Condivisioni

Il Mondo della musica piange Little Tony. Il cantante romano si è spento lunedì sera a Roma, aveva 72 anni ed era originario di Tivoli (Roma) – era stato colpito da un male incurabile. Il decesso è avvenuto a Villa Margherita, dove da circa 3 mesi era ricoverato. Le esequie si svolgeranno nella giornata di giovedì nel santuario del Divino Amore.

E' morto Little Tony

 

Little Tony, al secolo Antonio Ciacci, era nato a Tivoli il 9 febbraio 1941. Uno dei grandi cantanti italiani che negli anni 60’ ha seguito il mito del rock americano, per questo motivo non potendo raggiungere la lontana America si recò in Inghilterra per inseguire il suo sogno musicale. Rientrato in Italia nel 1961, ha partecipato al Festival di Sanremo in coppia con Adriano Celentano, arrivando secondo grazie a “24 mila baci”. Sempre nel 1961 ha inciso diverse canzoni per alcuni film. Il primo successo discografico è del 1962: “Il ragazzo col ciuffo“. Ma il vero boom arriva nel 1966 con il brano “Riderà“. La canzone non vincerà il CantaGiro ma sfonderà la barriera del 1.000.000 di copie. Fra i suoi brani famosi ricordiamo “Cuore matto“, “Un uomo piange solo per amore“, “Cavalli a Saint Vincent”.

Un Cuore Matto di Little Tony

Nel 1975 incide un album tutto dedicato al suo mito Elvis Presley. Simpatica anche la rivalità con Bobby Solo su chi fosse l’Elvis Italiano.

Oltre alla musica altri due grandi amori: la Ferrari, di cui era collezionista, e la Roma a cui dedicò un suo brano dopo lo scudetto del 1982 : “Roma brasileira”.

Little Tony – Cuore Matto

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.