Benvenuti nel mondo del 3D

 La visione in 3D si fa più leggera. E’ questa l’ultima novità in fatto di televisori. Alcune aziende infatti, stanno sperimentando occhiali 3D più leggeri ed economici, privi di radiazioni e con una migliore visione angolare. Prima fra tutte LG che propone televisori 3D della linea Smart di nuova generazione, con occhiali senza batterie, conversione dei contenuti da 2D a 3D e telecomando Magic Motion che consente di navigare liberamente su Internet. La tecnologia LG contrasta lo sfarfallio ed è antisfocatura.

LG PZ805A

Con la linea plasma Pentouch 3D invece, è possibile interagire con la TV tramite 2 rivoluzionarie penne elettroniche disegnando sullo schermo, e rivedere le proprie creazioni nella Galleria. E con la serie PZ805A è possibile ricreare contenuti in 3D.

Philips propone in alternativa gli occhiali 3D tradizionali, la soluzione usa e getta, con rese lievemente inferiori ma maggiore praticità. Questo tipo è compatibile anche con la linea in formato 21:9 Gold serie Cinema dall’alta resa cinematografica e il sistema Ambilight Spectra 2 con fascio di luce sui lati per un’eperienza più intensa e la tecnologia coinvolgente di Easy 3D, questa serie è dotatata poi, di Full HD con Pixel Precise HD per migliori dettagli in movimento. Costi in deciso calo rispetto al recente passato. La versione 50 pollici si trova in tutti i maggiori rivenditori italiani al prezzo di 2000€.

TV Philips 3d

Slim anche gli occhiali tre dimensioni ricaricabili della Samsung, compatibili con adattatore wireless, che si collegano in radiofrequenza alla televisione con un sistema di auto accensione che attiva gli occhiali e li sincronizza solo quando questi ultimi vengono indossati; cosi il consumo energetico è ridotto al minimo. Gli occhiali Samsung Serie D ricaricabili sono leggerissimi e molto pratici (120€) .

Occhiali 3d slim Samsung 


Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *