Australian Open 2013: i risultati

0 Condivisioni

Esattamente come lo scorso anno! 12 mesi dopo sono ancora Nole Djokovic e Vika Azarenka a trionfare agli Australian Open.
Finali belle e sofferte per i due #1 del tennis mondiale che si confermano re e regina del primo Slam della stagione.

Il trionfo di Nole Djokovic agli Australian Open 2013

IL BIS DELLA AZARENKA CHE SI CONFERMA NUMERO 1 DEL RANKING WTA
Partita complicata per la bielorussa numero 1 del seeding che ha affrontato la cinese Na Li (numero 6 del tabellone).
Finale difficile da pronosticare ad inzio torneo considerate le presenze di Serena Williams e Maria Sharapova, ma le due favorite si sono perse per strada.

La rabbia di Serena

La statunitense ha perso nei quarti contro la connazionale Sloane Stephens in 3 set sfogando la sua rabbia distruggendo la racchetta contro il cemento di Melbourne. La sconfitta della venere nera ha di fatto aperto le porte della finale alla Azarenka. Nell’altra parte del tabellone la Sharapova sembrava davvero imbattibile: in semifinale però la cinese Na Li ha demolito la russa ottenendo meritatamente la sua seconda finale in uno Slam (nel 2011 vinse il Roland Garros).
Si è imposta Azarenka per 2 set a 1 dopo una battaglia di 2h 40m con la cinese che può imprecare per un infortunio alla caviglia subìto nel secondo set che ne ha limitato movimenti e schemi. Bielorussa contratta in avvio che perde i primi 3 turni di servizio; la Li scappa sul 5 – 2 ma poi perde concentrazione proprio quando serve per il set concedendo il break; nel game successivo però Azarenka cede il servizio dopo aver annullato 3 set point.

Vika Azarenka al bis a Melbourne L'infortunio della povera Na Li

Nel secondo set doppio break in apertura dell’Azarenka; la Li si fa male alla caviglia e chiama il medico; l’infortunio dovrebbe favorire la bielorussa ed invece la cinese trova nuove energie nervose e recupera fino al 4 – 4; fatale il servizio del nono gioco che la Li perde consentendo alla bielorussa di pareggiare i conti.
Il terzo set si apre con un break per parte, poi la Li sul 2 – 1 a suo favore scivola nuovamente e batte violentemente la testa. Una vera e propria maledizione per la cinese che, con una caviglia in disordine è costretta inesorabilmente alla resa; cede il servizio nel quinto gioco prima e nel nono dando via libera alla Azarenka per il bis australiano.

IL TRIS CONSECUTIVO DI NOLE (QUARTO AUS OPEN): E’ GIA’ STORIA
Djokovic – Murray come nell’ultimo slam della passata stagione (a Flashing Meadows si impose il britannico). Quando giocano loro due sono sempre state maratone e battaglie fisiche (più pugilato che tennis). Anche stavolta gli appassoniati non sono stati delusi… Fin quando Andy ha resistito alla forza fisica di Nole è stato un corpo a corpo mozzafiato.

Primi due set senza break e finiti al tie-break: il primo se lo aggiudica lo scozzese per 7 -2 sfruttando il dopppio fallo di Nole nel primo punto del 13esimo gioco.
Momento decisivo della partita in avvio di secondo set: sotto 1 – 0 Nole tiene il servizio da 0 – 40 e prende fiducia. Il secondo tie-break lo vince lui per 7 punti a 3.
L’equilibrio dura fino al settimo gioco del terzo set. Poi Nole brekka Murray e chiude il terzo set per 6 game a 3. Ormai il serbo ha messo il pilota automatico: due break consecutivi nel terzo e quinto gioco del quarto set e chiusura per 6 – 2.
Nole vince il suo quarto Australian Open (il terzo consecutivo – record da quando c’è l’era Open) ed a soli 25 anni ha già vinto 35 tornei di cui 6 Slam. Un fenomeno – poco altro da aggiungere.

LE ALTRE FINALI
Della vittoria del nostro duo Errani-Vinci abbiamo già parlato in un precedente post, nel doppio maschile altro trionfo e record assoluto per i fratelli Bryan.
La coppia statunitense ha battuto in finale il duo olandese Haase/Sijsling; da segnalare la buona prestazione del nostro duo Fognini-Bolelli eliminati proprio in semifinale dalla coppia #1 del seeding.

I fratelli Bryan: i re del doppio maschile Errani, Vinci e Alex Del Piero

Nel doppio misto successo per i padroni di casa Gajdosova/Edben sulla coppia della Rep.Ceca Hradecka/Cermak (6-3 7-5), mentre nei tornei giovanili affermazioni per la croata Konjuh e l’australiano Kyrgios.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Trap85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.