Agli American Music Awards 2015 vincono Taylor Swift e gli One Direction

Si sono svolti ieri al Microsoft Theater di Los Angeles gli American Music Awards 2015 (AMA), la 43esima edizione, in una cerimonia che ha visto vincere gli One Direction, oramai orfani di Zayn Malik, come: miglior pop/rock band, miglior artista dell’anno e miglior gruppo. Il premio come miglior album pop/rock, miglior artista “adult contemporary” e miglior canzone per Black Space, è invece andato alla promessa della musica americana, Taylor Swift che con l’album “1985” aveva conquistato il record di nomination.

Taylor Swift

Non sono mancati i momenti riservati al ricordo degli attacchi di Parigi del 13 novembre, con Celine Dion che ha reso omaggio alle vittime con il brano “Hymne a L’amour” di Edith Piaf e Jaret Leto. 

Celine Dion

La vera sorpresa della serata è stata l’arrivo sul palco di Harrison Ford, uno dei protagonisti del nuovo film di Star Wars: il risveglio della forza in uscita il 16 dicembre, che ha presentato i Pentatonix. Il gruppo vincitore di un Grammy, ha riproposto a cappella il tema di Star Wars composto da John Williams. Altri ospiti super attesi sono stati i ColdPlay che, tra palloncini e coriandoli, hanno presentato in anteprima mondiale l’ultimo singolo “Adventure of a lifetime“.

Gli altri vincitori sono stati anche Carrie Underwood come miglior artista country, Ed Sheeran e Ariana Grande come miglior artisti pop/rock, Sam Hunt come miglior esordio, Enrique Iglesias nella categoria miglior artista latino, Rihanna come miglior artista femminile R&B e Nicky Minaj vincitore come miglior artista Rap/Hip-Hop e miglior album Rap/Hip-Hop.

La serata ha avuto il suo momento hot quando la cantante Jennifer Lopez, che ha presentato la serata, si è esibita senza slip in una performance seducente e provocante ad alto tasso erotico. 

Guarda la FotoGallery

 

 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *