Addio al pin, il Bancomat dialogherà con gli smartphone

0 Condivisioni

Nato il 23 novembre 1983, il bancomat si prepara a una nuova vita, sarà più tecnologico e sarà in grado di dialogare con gli smartphone.

Per trent’anni ha permesso agli italiani di prelevare in contanti digitando il famoso codice segreto. fornito dalla banca al momento del rilascio della tessera, oggi in Italia ci sono 48 mila distributori automatici di denaro e 33,2 milioni di card. Il numero di operazioni è aumentato spropositatamente; praticamente usiamo il bancomat 3.472 volte al minuto.

Il Bancomat dialogherà con gli smartphone

Gli acquisti via bancomat sono cresciuti rispetto al passato del 20% e per un paese come il nostro dove il contante la fa ancora da padrone, è un grande passo in avanti.

Chiamato inizialmente Carismat, il bancomat ha avuto una enorme crescita e ciò ha portato anche a numerosi tentativi di frode. Codici Pin rubati con telecamerine nascoste, sensori sulle tastiere, blocco fessure da cui esce il denaro e tanti altri meccanismi di “estorsione”.

Dal primo gennaio 2014 medici, avvocati e liberi professionisti saranno obbligati a installare i Pos per i pagamenti, che abbinato ai limiti ai contanti porteranno più trasparenza ai flussi di denaro.

L’evoluzione a nuova vita del bancomat, che avrà un aspetto più tecnologico, avverrà fra pochi anni; una banca di Chicago, la Wintrust, sta trasformando i suoi bancomat per farli dialogare con gli smartphone, in modo da programmare operazioni a distanza, quando si è lontani, e avvicinare lo smartphone per ritirare i contanti, quando si è vicini.

La Bank of America, invece, sta sperimentando il Video Bancomat: gli Atm, non solo consentiranno le tradizionali operazioni bancarie ma potranno anche collegarsi con un dipendente che potrà fornire assistenza al cliente per garantire operazioni, come in agenzia, 24 ore su 24.

Insomma prepariamoci ad un futuro in cui senza smartphone non potremo acquistare o prelevare nulla.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

0 Condivisioni

Alessandra

Non è propriamente una appassionata di informatica, ma si diletta con piacere in questo ambito grazie anche al suo lavoro spesso legato al mondo web. In questo blog vuole parlare quindi di tutto un po’ (tranne che di informatica!), di ciò che la circonda e di ciò che la appassiona, sperando di poter creare materiale di confronto sugli ambiti più disparati, dal matrimonio alle ricette, dalla lettura alla dolce attesa ai viaggi… e tanto altro ancora!

Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.