Presentata la nuova banconota da 5 euro della nuova serie “Europa”

0 Condivisioni

Presentata pochi giorni fa dal Presidente della BCE, Mario Draghi, la nuova banconota da 5 euro che andrà a sostituire quella attualmente in circolazione per entrare nelle tasche degli italiani il 2 maggio 2013.

Questa nuova banconota, simile alla precedente, presenta, oltre ad aspetti grafici di difficile riproduzione, degli accorgimenti che ne permettono una maggiore sicurezza e, quindi, un’impossibile falsificazione.

banconota da 5 euro fronte

Prima di una nuova serie dal nome ‘Europa’ che avrà stessi tagli, stessi disegni e identici colori dominanti, le banconote presentano proprio il ritratto di Europa (figura della mitologia greca) nella filigrana e nell’ologramma e verranno diffuse in via ascendente (10, 50, 100, 200 e 500 euro), dopo il taglio dei 5 euro, nel periodo di ottobre 2013.

banconota da 5 euro retro

Le tre nuove particolarità di questa serie sono:

  • l’ologramma con ritratto, muovendo la banconota, la striscia argentata rivela il ritratto di Europa, mentre sulla striscia è possibile scorgere una finestra stilizzata e la cifra del valore;
  • la filigrana con ritratto, guardando la banconota in controluce, appare un’immagine sfumata che mostra il ritratto di Europa, la cifra del valore e una finestra stilizzata;
  • il numero verde smeraldo, muovendo una banconota, la cifra brillante produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. La cifra inoltre cambia colore passando dal verde smeraldo al blu scuro, rendendo la riproduzione l’effetto alquanto complicato per i falsari.

Lo scopo, dunque, è quello di ridurre la falsificazione, creando delle banconote più resistenti e durature nel tempo e garantendo agli italiani una maggiore sicurezza e qualità

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.