Graziano Pellè e Simone Zaza derisi dai Social

0 Condivisioni

L’Europeo dell’Italia si è chiuso ieri sera dopo una lunga partita, con la sconfitta ai rigori contro la Germania. A tal proposito il Web, soprattutto i Social, non hanno perdonato i brutti errori dal dischetto del protagonista Graziano Pellè e dell’attaccante della Juventus Simone Zaza.

Pellè e Zaza derisi dai Social

Nel mirino della Rete sono finiti soprattutto la rincorsa di Zaza, lunga e infinita, ed il gesto di Pellè nei confronti del portiere Neuer. 

Dopo l’ultimo errore dal dischetto di Matteo Darmian che ci ha condannato, i Social non hanno perso tempo e si sono scatenati, soprattutto Twitter, contro Zaza, che Conte aveva mandato in campo per le sue capacità di rigorista.

Ecco alcune immagini che ironizzano sulla rincorsa presa dal calciatore juventino nel momento di calciare il rigore.

L’altro azzurro, Pellè, è stato invece deriso per il gesto verso Neuer, a indicargli un probabile pallonetto. La palla è invece finita miseramente al lato e fuori dallo specchio della porta.

 Graziano Pellè sbaglia il rigore

Anche Totti e Del Piero ridono! 

Insomma dopo una sconfitta che ancora brucia e una bellissima Italia, il Web non manca di spezzare i rancori con immagini e video consolatori.

Dai un’occhiata anche a: Graziano Pellè goal e amore oltre il confine 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.