Dal 15 febbraio nuovi sistemi di controllo per le auto senza assicurazione

0 Condivisioni

Dal prossimo 15 febbraio entrerà in vigore un sistema di controllo su tutte quelle auto che circolano senza assicurazione. La necessità di tale sistema nasce dal fatto che molti automobilisti dopo un’incidente con un’auto priva di assicurazione non riescono ad essere risarciti.

Sembra, infatti, che le migliaia di telecamere (ZTL, Tutor, Telepass) presenti sulle nostre strade, saranno in grado di inviare alla polizia le auto senza copertura assicurativa in modo da creare un archivio dati da gestire in tempo reale; in questo modo i cittadini interessati verranno avvertiti e verrà dato loro 15 giorni di tempo per rimediare.

Stangata contro le auto senza assicurazione

La motorizzazione civile con la digitalizzazione dei processi, sarà in grado, da febbraio di fornire in tempo reale al ministero dell’interno e alle forze dell’ordine tutte le auto senza copertura assicurativa: è stato creato infatti un “Web Service” dove la polizia può attingere e rilevare tutte quelle auto senza assicurazione.

Le sanzioni sono pesanti: chi circola senza copertura assicurativa può pagare dagli 841€ ai 3.366€, oppure può vedersi sequestrato il veicolo con la speranza di riaverlo entro 60 giorni dopo il pagamento della sanzione, le spese di trasporto e custodia, e un premio di assicurazione di almeno sei mesi.

Per far scendere la sanzione a un quarto della somma minima si può:

  • pagare l’assicurazione entro 30 giorni dalla scadenza, oppure decidere di rottamare il veicolo (sempre entro i 30 giorni dalla scadenza);
  • pagare la multa entro 5 giorni e godere dello sconto del 30% per avere una riduzione fino a 147€.

Insomma per tutti coloro che circolano senza assicurazione si prevede una dura stangata.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.