Come si gioca e come vincere a 2048

0 Condivisioni

Presente sul web da diverse settimane è diventato subito il gioco più in voga del momento: stiamo parlando di 2048. Sviluppato da Gabriele Cirulli, 19 anni, e basato su Threes di Asher Vollmer, l’obiettivo di 2048 è quello di sommare le tessere che mostrano lo stesso numero (quando i riquadri con lo stesso numero si avvicinano le cifre si sommano) su una scacchiera di 4 caselle per 4 per ottenere il numero più alto possibile; i numeri possono essere combinati tra loro solo se pari o se la loro somma è un multiplo di 2 in modo da raggiungere quota 2048. Dopo aver sommato i numeri si darà vita a una nuova casella con un numero che è la somma dei due numeri (es. 2 + 2 = 4).

Questa la sequenza: (2+2=4; 4+4=8; 8+8=16; 16+16 = 32; 32 + 32 = 64; 64 + 64 = 128; 128 + 128 = 256; 256 + 256 = 512; 512 + 512 = 1024; 1024 + 1024 = 2048).

gioco 2048

Per muovere i vari numeri e farli scorrere occorre utilizzare le frecce della tastiera oppure se utilizzati un dispositivo mobile potete utilizzare le dita.

Non è disponibile nessuna app per smartphone ma è possibile giocare gratuitamente lanciando il gioco direttamente dal browser dello smartphone o del tablet. 

Per vincere, lo stesso creatore, suggerisce di spostare le caselle in sole tre direzioni scegliendo un angolo specifico della griglia per mantenere il numero più alto e causando reazioni a catena proprio in quell’angolo. Su Youtube esiste un video che spiega perfettamente questa tecnica.

In poche settimane sono già state giocate 75 milioni di partite da circa 7 milioni di giocatori. Cirulli per ora non sembra intenzionato a trasformare il suo gioco in un’app e gli unici introiti sono quelli che arrivano tramite le donazioni sul sito web del gioco.

Vincere non sarà impresa facile, a voi provarci.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.